PRODOTTO

La classificazione delle zone con pericolo di esplosione EN 60079-10-1 GAS - VAPORI e EN 60079-10-2 DUST

Obiettivi

Fornire le informazioni necessarie alla comprensione delle caratteristiche chimico fisiche delle sostanze utili ai fini della classificazione delle zone, procedimento di classificazione delle zone, principali codici di calcolo delle zone europei ed internazionali, documentazione minima della classificazione zona, misure progettuali utili alla riduzione o declassamento delle zone con pericolo di esplosione secondo quanto richiesto dagli standard di riferimento.

Contenuti

• Principali disposizioni e norme relative alla classificazione dei zone con pericolo di esplosione (luoghi con presenza di “ATEX”)
• D. Lgs. 81/2008 e direttiva 99/92/CE
• Obblighi e responsabilità del datore di lavoro in materia di prevenzione e protezione contro le esplosioni
• Obblighi e responsabilità del fabbricante e del progettista di impianti in materia di prevenzione e protezione contro le esplosioni
• Chi ha l’obbligo della classificazione delle zone? Datore di lavoro, fabbricante, progettista, installatore?
• Classificazione delle aree con presenza di gas (CEI EN 60079-10-1) e polveri (CEI EN 60079-10-2)
• Procedimento di classificazione e metodologie di calcolo
• Studio delle caratteristiche chimico fisiche dei gas e vapori infiammabili (LEL, UEL, Flashpoint, Temperature di accensione, LOC, sottogruppi dei gas IIA, IIB, IIC)
• Studio delle caratteristiche chimico fisiche delle polveri combustibili (MIE, LEL, Pmax, Kst, Temperature di accensione nube/strato, LOC, sottogruppi dust IIIA, IIIB, IIIC)
• Banche dati di riferimento per i gas/liquidi e polveri, test esplosività come e quando farli)
• Studio caratteristiche di ventilazione, influenza dei sistemi di aspirazione
• Esempi di classificazioni delle aree
• Principi generali di prevenzione contro le esplosioni da adottare in fase di classificazione delle zone
• Definizione delle Safety Function (PL/SIL) e sistemi di controllo che prevengono e controlla le concentrazioni e l’insorgenza delle atmosfere esplosive
• Tecniche di inertizzazione
• Direttiva macchine 2006/42/CE, EN 1127-1: quanto il fabbricante deve fare la classificazione delle zone e quando deve comunicare all’utilizzatore le zone generate dalla macchina/impianto
• Esempi di norme armonizzate di tipo C alla Direttiva macchine che definisco e indicano le zone con pericolo di esplosione
• I parametri delle sostanze che influenzano la marcatura delle apparecchiature
• Documentazione di classificazione delle zone e installazione delle apparecchiature (CEI EN 60079-14)

Aula, E-learning

RSPP, PROGETTISTI, INSTALLATORI, PERSONALE TECNICO-COMMERCIALE, PREPOSTI

Prezzo (IVA esclusa)

Euro

Edizioni

Nessun corso in calendario.

Vuoi avere maggiori informazioni?

Hai bisogno di informazioni aggiuntive riguardo ai nostri corsi? Non esitare e contattaci.

Richiedi Informazioni